Collezioni

Collezione Comune di Ascona

La corposa collezione di dipinti del Comune di Ascona si compone attualmente di 500 opere tra dipinti ad olio, acquarelli, stampe, gessi, collages, sculture e fotografie.

Fondazione Marianne Werefkin

Marianne von Werefkin nasce a Tula il 29 agosto 1860. Il padre, all’epoca comandante del reggimento Ekaterinenbourg, apparteneva ad una vecchia famiglia aristocratica moscovita; la madre discendeva da un’antica stirpe principesca cosacca.

Fondazione Richard e Uli Seewald

Richard Seewald nasce ad Arnswalde, Pomerania ora Polonia, nel 1889. La sua carriera artistica inizia a Monaco quale autodidatta, frequentando i circoli artistici della città, dopo aver deciso di rinunciare agli studi d’architettura voluti dal padre.

Fondo Anna Iduna Zehnder

Il Fondo Anna Iduna Zehnder si compone di circa 153 opere pittoriche, realizzate tra il 1917 e il 1950, passando dallo stile divisionista di formazione, a quello sempre più mistico-espressionista della maturità. Ad arricchire il Fondo, si aggiungono diversi disegni e taccuini di schizzi, oltre che fotografie, lettere e documenti, che testimoniano l’intreccio di relazioni che l’artista ha intrattenuto, nel corso della sua vita, con le importanti personalità della cultura del suo tempo.

Fondo Carl Weidemeyer

Architetto e artista, Carl Weidemeyer nasce a Brema nel 1882; membro della colonia artistica di Worpswede dal 1905, vive e lavora in Germania fino alla fine degli anni ’20, quando si trasferisce ad Ascona, invitato da Paul Bachrach, padre della ballerina Charlotte Bara, per progettare e realizzare un nuovo concetto di teatro definito da camera, il teatro San Materno.

Fondo Charlotte Bara

Charlotte Bachrach - in arte Bara - nasce a Bruxelles il 20 aprile 1901, da genitori di origine germanica-giudaica; il padre, Paul Bachrach, era un ricco commerciante di stoffe. All’età di sei anni Charlotte impara a danzare da Jeanne Defaw, allieva della grande ballerina di danza moderna Isadora Duncan (1877-1927).

Vai al sito del
Museo Castello
San Materno