Fondazione Richard e Uli Seewald

Richard Seewald nasce ad Arnswalde, Pomerania ora Polonia, nel 1889. La sua carriera artistica inizia a Monaco quale autodidatta, frequentando i circoli artistici della città, dopo aver deciso di rinunciare agli studi d’architettura voluti dal padre. Qui conosce Uli (Emma Margarethe) Trotsch che sposa l’11 novembre 1911. La giovane coppia compie il suo primo viaggio ad Ascona nel 1910.

Nel 1911 Seewald espone i propri disegni alla galleria Thannhauser ed è presente al Salon d’Automne di Parigi. Nel 1913 partecipa al primo Salone d’Autunno Der Sturm di Berlino. Segue una mostra al Neue Kunstsalon presso Dietzel a Monaco. Diventa membro della Neuen Münchner Sezession e del Deutscher Künstlerbund.

Lo stesso anno i coniugi Seewald si recano in Corsica e ad Ascona dove ritornano nel 1915 per un periodo prolungato, soggiornando al Mulino del Brumo situato tra Arcegno e Ronco. Tra il 1922 ed il 1924 l’artista compie viaggi in Italia fino in Sicilia e a Tunisi.

Insegnante alla Kölner Werkschule dal 1924, nel 1931 Seewald abbandona l’insegnamento e giunge definitivamente in Ticino.

Ad Ascona entra in contatto con la colonia artistica asconese, in particolare con Marianne Werefkin, Arthur Segal, Mischa ed Ignaz Epper. Partecipa all’attività espositiva dell’ “Orsa Maggiore”, l’associazione di artisti fondata nel 1924 da Werefkin, Kohler, Frick, van Rees, Mc Couch, Niemeyer e Helbig.

Per il Teatro delle Marionette di Ascona scrive tre commedie, “Der Raub der Europa” (Il ratto di Europa), “Das Geheimnis des Steins” (Il segreto della pietra), “Die Sternenkömodie” (La commedia delle stelle), per le quali intaglia pure le teste dei personaggi e crea le scenografie.

Nel 1939 i coniugi Seewald ottengono la nazionalità svizzera.

Nel 1941, su incarico del vescovo di Coira Mons. Caminada, l’artista crea i grandi affreschi della Chiesa di Maria di Lourdes a Zurigo – Seebach.

In occasione del suo 65esimo compleanno, nel 1954, vengono allestite importanti rassegne sul suo lavoro a Lucerna, Düsseldorf, Mannheim e Monaco. Nel 1957 diventa socio all’Accademia Bavarese di Belle Arti. Nel 1961 viene incaricato di eseguire le decorazioni murali delle arcate dell’ Hofgarten di Monaco.

Particolarmente rilevante è l’attività di Seewald svolta nel campo dell’illustrazione così come merita attenzione la sua produzione grafica, i cui inizi risalgono agli anni di Monaco tra il 1910 e il 1913, e che fu presentata in tutta la sua estensione nel 1973 alla Kunstgalerie di Esslingen.

Del 1973 è pure la grande retrospettiva (con dipinti, disegni e grafica) allestita dall’artista stesso a Villa Stuck di Monaco e promossa dalla Galerie Ketterer. Fra le opere murali, una sorta di documento della sua poetica è senza dubbio l’ultima grande opera compiuta, il ciclo della Genesi (1976), realizzata per la sala parrocchiale della Chiesa Herz-Jesu a Monaco.

Poco prima della sua scomparsa, il 15 settembre 1976 viene costituita la Fondazione Richard e Uli Seewald di Ascona, a cui viene affidato l’intero suo lascito, composto dalle sue opere, dalla collezione di dipinti di artisti vari e dalla proprietà completa della sua casa e atelier. Richard Seewald muore a Monaco il 29 ottobre 1976 ed è sepolto nel piccolo cimitero di Ronco s/Ascona.

Vai al sito del
Museo Castello
San Materno