Esposizione permanente. Grodon McCouch e gli artisti dell'"Orsa Maggiore"

Richard Seewald Kabinett

Marianne Werefkin e la sua donazione al Borgo di Ascona

9 aprile - 30 novembre 2006

LE SEZIONI DELLA MOSTRA

Gordon McCouch e gli artisti dell’ "Orsa Maggiore"

Gordon McCouch, nato a Philadelphia nel 1885 visse dal 1917 fino alla sua scomparsa nel 1956 ad Ascona in particolare e nei dintorni del borgo locarnese. L’artista studiò all’accademia di Monaco di Baviera, ma allo scoppio della prima guerra mondiale partì in esilio volontario in Svizzera, in un primo tempo a Zurigo, in seguito a Zugo fino al 1916. Quando si stabilì ad Ascona McCouch entrò in contatto rapidamente con la scena artistica di quel tempo, che si era formata attorno ai numerosi artisti ivi convenuti da ogni parte del pianeta. Quando nel 1924 su iniziativa di Walter Helbig e del numeroso gruppo di artisti dell’avanguardia, strettamente legati ad Ascona, venne fondato il movimento dell’ “Orsa Maggiore” McCouch vi partecipò attivamente. In occasione della pubblicazione di un’esaustiva monografia su McCouch, il Museo di Ascona presenta questa mostra particolare su una parte della sua vasta produzione artistica, che è stata donata al Museo dalla figlia Eliette Benazzi-McCouch. Accanto ad una selezione di opere di McCouch la mostra propone anche i lavori degli altri sei membri fondatori dell’ “Orsa Maggiore” Ernst Frick, Walter Helbig, Albert Kohler, Otto Niemeyer-Holstein, Otto van Rees e Marianne Werefkin. Tutte le opere fanno parte del patrimonio artistico del borgo di Ascona che formano il nucleo delle collezioni permanenti del museo. Contemporaneamente il Museo Epper di Ascona espone fino al 30 luglio un’ulteriore selezione di lavori di McCouch.

Richard Seewald Kabinett

Accanto alla mostra dedicata a McCouch e all’”Orsa Maggiore” è stato allestito il Richard Seewald Kabinett, nella sala che ospita tradizionalmente una scelta delle opere della Fondazione Richard e Uli Seewald. L’abbinamento non è casuale: benché Seewald non fu tra i fondatori dell’”Orsa Maggiore” nel 1924, più tardi quando si stabilì a Ronco sopra Ascona non di rado venne invitato dal gruppo a partecipare alle loro mostre. Di Richard Seewald viene proposta una serie di stampe grafiche, nonchè alcuni dipinti abbinati in un confronto con alcune opere di artisti suoi contemporanei che Seewald aveva collezionato durante i suoi numerosi viaggi. Fra questi Maurice Utrillo, Paul Klee, Franz Marc, Max Beckmann, Alfred Kubin.

Marianne Werfkin e la sua donazione al Borgo di Ascona del 1922

Il Museo di Ascona deve la sua notorietà soprattutto alla notevole collezione di opere di Marianne Werefkin, che fanno parte della Fondazione omonima e ospitate selettivamente in mostra permanente in alcuni spazi del museo. Meno conosciuto è il fatto che l’artista già nel 1922 elargiva al comune una donazione importante di opere della sua collezione personale unitamente a lavori della sua produzione artistica con la precisa volontà che il comune creasse un proprio museo. Le basi per la realizzazione di un museo erano pertanto scaturite da questa straordinaria donazione del 1922. Dopo la prima presentazione parziale della collezione, rientrate le opere prestate per le mostre in Giappone ed in Europa, il Direttore Martin Kunz ha il piacere di proporre al pubblico una nuova selezione in onore della donazione di Marianne Werefkin che comprende opere dell’artista (molto significativo un suo autoritratto), di Alexeij Jawlensky con uno straordinario ritratto della stessa Werefkin, ed inoltre lavori di Cuno Amiet, Paul Klee e Arthur Segal.

Sede

Museo Comunale d'Arte Moderna, Ascona

Vai al sito del
Museo Castello
San Materno